Informazioni personali

Le mie foto
Donna.."folle" e innamorata della vita...democratica fin nel midollo, contraria ad ogni forma di violenza, di razzismo, di discriminazione e pregiudizio. Cocciuta all'inverosimile, passionale e "artista" per caso..per conoscermi un po' meglio, clicca su "About me".

mercoledì 16 aprile 2014

Panfocaccia alle patate con chorizo, timo e paprika dolce


Che sonno che ho oggi..sarei rimasta a letto per un tempo indefinito..mi consolo pensando che il weekend in arrivo sarà bello lungo. Programmi zero. Probabilmente un pranzo in famiglia il giorno di Pasqua ( non abbiamo ancora definito la famiglia..se la mia, o quella di Giuseppe ) e poi, il lunedì si vedrà. Staremo a casa ? Andremo in campagna dai miei ? Credo che come al solito, lo decideremo solo all'ultimo momento. Sarebbe bello anche stare qui a casa, organizzare uno dei nostri picnic sul pavimento, e poi, magari, una bella passeggiata nei dintorni. Intanto, è importante affrontare questa giornata nel migliore dei modi. Il tempo fa i capricci. Ieri pomeriggio pioveva forte e c'era tanto vento. E oggi idem. Pioggia e solo pioggia, e questo significa che stasera, purtroppo, non potrò andare a "correre", a meno che non torni il sereno. Ma le previsioni del tempo non sono affatto incoraggianti. Sembra che il maltempo resterà qui a sud per un po' di giorni. Le temperature si sono abbassate notevolmente e io, voglia di coprirmi, non ne ho. Quindi mi arrangio. Per me t-shirt e brividi. Cambiando discorso, in uno dei miei post precedenti, vi avevo raccontato che l'ultima volta che sono stata a Barcellona, ne ho approfittato per fare un po' di spesa. Nella mia spesa, c'era anche il chorizo. Il chorizo è un salume buonissimo, a base di carne di maiale condita con tanta paprika, dolce o piccante. Ed è proprio la paprika a conferirgli il suo colore rossiccio e il suo sapore speziato. Orbene, che cosa ci ho fatto con questo bel chorizo ?? Ho pensato di aggiungerlo all'impasto del mio panfocaccia. E' stata un'unione perfetta, anche perché, l'impasto di questo panfocaccia è meraviglioso. Morbido, leggero, e fragrante. A mio avviso, chorizo e timo insieme stanno benissimo, ma qui, ciò che conta è la fantasia. Si, perché potete sostituire questi due ingredienti con rosmarino, pepe, speck, cubetti di formaggio...insomma, con tutto ciò che vi viene in mente. Potete sbizzarrirvi in mille modi diversi, basta lasciare andare la fantasia. Oppure potreste preparare l'impasto in modo semplice, senza aggiungere nessun ingrediente, per poi farcirlo una volta sfornato, come più preferite. Questo panfocaccia sarebbe perfetto per il vostro picnic di pasquetta. E' buonissimo anche freddo, e qualora ve ne avanzasse un po' ( ma lo dubito fortemente), è possibile conservarlo in frigo per un paio di giorni, ben avvolto in alluminio e riscaldarlo per qualche minuto in forno poco prima di servirlo. Sarà come appena sfornato :)
Bene amici, per oggi è tutto. Vi saluto e vi auguro una felice giornata !



Ingredienti per 1 panfocaccia 
(3/4 persone )
230 gr di patate ( al netto degli scarti)
latte q.b
1 cucchiaino di paprika dolce
250 gr di farina "0" tipo manitoba
100 gr di farina di farro integrale
10 gr di sale
2 cucchiaini di zucchero
1 cucchiaio di miele
1/2 cucchiaino di lievito di birra secco
270 gr di liquido ( tra liquido di cottura delle patate e acqua)
timo fresco ( qualche rametto )
60 gr di chorizo 
1 cucchiaio di olio evo

Procedimento

Tagliate le patate a cubetti, mettetele in un pentolino con un pizzico di sale e con il cucchiaino di paprika, coprite le patate con un mix di acqua e latte ( in parti uguali) e fatele cuocere. Non devono disfarsi, devono diventare morbide, saranno pronte quando riuscirete ad infilzarle facilmente con la forchetta. Scolatele bene dal liquido di cottura, che dovrete tenere da parte, e trasferitele all'interno di una ciotola capiente. Schiacciatele bene, fino a ridurle in purea, e fatele intiepidire. Aggiungete le due farine, il sale, lo zucchero, il lievito, il miele, il chorizo ridotto in piccoli pezzi, le foglioline di timo, l'olio e la parte liquida. In tutto dovranno essere 270 gr dati dal liquido di cottura delle patate a cui andrete ad aggiungere la quantità d'acqua necessaria a raggiungere i 270 gr. Mescolate tutto con un cucchiaio di legno, fino a quando gli ingredienti non staranno insieme. Saranno sufficienti 2/3 minuti. L'impasto risulterà piuttosto molliccio. Copritelo e trasferitelo in un luogo al riparo da spifferi. Saranno necessarie all'incirca 5/6 ore di lievitazione, di tanto in tanto ( una volta all'ora ), ungendovi appena le mani, date qualche piega all'impasto ( lasciandolo nella ciotola ). Sarà sufficiente piegare delicatamente l'impasto in due volte ( cioè prendere l'impasto da uno dei due lati, tirarlo appena, fino a creare una piega, come se fosse un portafoglio). Trascorso il tempo di lievitazione, prendete una teglia da forno, rivestitela con carta forno e spolveratela con un po' di farina, rovesciateci sopra l'impasto e lasciatelo riposare per 30 minuti. Trascorsi i 30 minuti, accendete il forno alla massima temperatura. Ungetevi le mani con un po' d'olio e con delicatezza, utilizzando i polpastrelli, allargate appena l'impasto, dal centro verso l'esterno. Conditelo con un filo d'olio e con del sale grosso e quando il forno avrà raggiunto la temperatura, infornate per circa 30 minuti. Mettetelo prima nella parte bassa del forno e dopo 10/15 minuti, trasferitelo nella parte alta. Una volta cotto, trasferitelo su un tagliere e lasciate riposare qualche minuti prima di tagliarlo e servirlo



Nota : Qualora l'impasto vi servisse per il giorno successivo, potete trasferirlo nella parte bassa del frigorifero per tutta la notte. Però è necessario che dopo averlo impastato lo facciate riposare a temperatura ambiente per almeno 3/4 ore, facendo di tanto in tanto le pieghe come descritto sopra. L'indomani, tiratelo fuori dal frigo e fatelo stare a temperatura ambiente per 3 ore circa, dopodiché seguite le istruzioni fornite sopra.

lunedì 14 aprile 2014

Fiori di zucchina farciti con ricotta, asparagi e limone

Buon inizio settimana :) Spero che il vostro weekend sia stato piacevole come il mio. Ho fatto tantissime cose, compreso un cambio parziale dell'armadio. Non sono riuscita a completarlo del tutto perché mi ero davvero stufata, e di fare le cose controvoglia proprio non mi andava, e così, quel che manca, lo farò pian piano questa settimana, un pezzettino alla volta. Prima di lanciarmi in un po' di shopping primaverile, preferisco rendermi conto di quel che c'è. Una cosa è certa, non mi servono t-shirt. Ne ho un mare, di tutti i colori e di tutte specie. Sono tutte ZEUSEDERA, e me le ha regalate la mia dolce metà. ZEUSEDERA è il suo brand ( suo e del caro amico Giorgio), e quest'anno, sorpresa delle sorprese, due concorrenti del "Grande Fratello", indossano le nostre t-shirt. Sto parlando dei fratelli Papillon. Giuseppe e Armando Armenise, due pugliesi DOC. Infatti, non ve l'ho raccontato, ma ogni tanto, per ovvie ragioni, una sbirciatina in quella casa ce la do anche io. Ci sto prendendo gusto :). La prima volta che ho visto le nostre t-shirt in TV, mi ha fatto una strana sensazione...è bello, fa davvero piacere. E ancora oggi, non credo di essermici abituata. Mi fa sempre strano. Al giorno d'oggi, mettere in piedi una nuova attività non è facile. Sono tempi duri, difficili, e noi abbiamo tenuto duro, e lo stiamo ancora facendo. Questo è un progetto in cui crediamo tanto. E' un progetto d'amore, costruito pian piano nell'idea, nella mente, nei pensieri...e poi, quell'idea ha preso forma, si è materializzata. Il nostro è un prodotto di nicchia, molto ricercato. Lo si trova solo nelle migliori boutique. Sono capi studiati nei minimi particolari, etichette comprese. Veder realizzate le prime t-shirt è stata una forte emozione. Ogni nuova collezione ci regala forti emozioni. Vedere un disegno prendere forma è bellissimo.  Ogni giorno si impara qualcosa di nuovo. Non è facile. In particolare quando si è "piccoli". Quando ci si trova in fase di crescita, è tutto più complicato, ma noi ci crediamo davvero, e terremo duro. Insieme possiamo fare tanto. Insieme siamo una forza della natura. Siamo complementari. Le preoccupazioni non mancano mai, gli sbattimenti nemmeno, ma vedere l'uomo che amo felice, non ha prezzo, perché la sua felicità, è la mia felicità. E noi, insieme, ce la faremo a far crescere questo progetto, ogni giorno di più. Spero che questo post pieno d'amore possa essere di buon auspicio per Giuseppe e Giorgio. E' un periodo particolare questo...consegne da fare e nuova collezione da piazzare :) In bocca al lupo ragazzi, io sono con voi, sempre :)
E ora, passiamo al cibo...che ne dite di un antipastino/aperitivo super sfizioso ? Non so voi, ma io AMO i fiori di zucchina. Mi piacciono preparati in tutti i modi, ma farciti con la ricotta forse sono i miei preferiti, o quanto meno sono a pari merito con quelli pastellati e fritti. Gli ingredienti utilizzati per la farcitura, armonizzano perfettamente tra loro. E' una ricetta molto semplice e veloce da preparare, ma fate attenzione, perché l'effetto è un po' quello delle ciliegie, uno tira l'altro :) Bene, per oggi è tutto, vi saluto, e vi auguro una felice giornata. Buon lunedì e buon inizio setimana :)

 

Ingredienti per 12 fiori
12 fiori di zucchina
1 limone
una decina di asparagi
150 gr di ricotta di mucca
60/70 gr di scamorza affumicata
olio evo
sale
pepe
pangrattato 
semi di sesamo


Procedimento
Lavate gli asparagi, eliminate la parte più dura, e tagliate a fette le parti più tenere, mantenendo intatte le punte. Prendete un padellino, metteteci dentro un po' d'olio e cuoceteci per qualche minuto gli asparagi. Saranno sufficienti 5/6 minuti. Devono rimanere belli croccanti. Spegnete, salateli appena e tenete da parte.
Mondate i fiori di zucca, eliminando la parte finale e il pistillo, lavateli delicatamente, facendo attenzione a non romperli, e metteteli ad asciugare su un canovaccio. Mettete in una ciotola la ricotta e riducetela in crema. Aggiungete gli asparagi ( tenendo da parte le punte ), un pizzico di sale, pepe, un filo d'olio e la scorza grattugiata di mezzo limone. Mescolate bene e con l'aiuto di un cucchiaino, con molta delicatezza, farcite i fiori. Prendete una teglia da forno, rivestitela di carta forno, ungetela e cospargetela con un pizzico di sale. Adagiateci sopra i fiori farciti, e completate con pezzettini di scamorza affumicata, le punte d'asparagi, olio evo, pangrattato, pepe, un pizzico di sale e del sesamo. Infornate a 200° per circa 30 minuti. Serviteli belli caldi.


venerdì 11 aprile 2014

Pollo marinato in panatura croccante di corn flakes e nocciole con dip di yogurt alla paprika

Sono in fermento. Sono frizzante come una bibita gasata. Sono piena di idee, anzi, sono nel pieno di una fase creativa senza eguali. Faccio, disfo, cambio, creo, invento. Non riesco a stare ferma, né con il corpo e né con la mente. Se solo avessi più tempo. Tempo vero, e non ritagli di tempo ricavati un po' qui e un po' la...tempo da poter mettere a frutto. Negli ultimi due giorni, ho fatto qualche piccolo spostamento in casa, in particolare nella zona giorno. Ho riorganizzato due angoli della cucina, spostato mensole e creato un'atmosfera che mi piace tanto. Lucine dorate, barattoli traboccanti di attrezzi da cucina, una mensola su cui ho messo tante cosine che mi ricordano momenti belli, in particolare alcuni viaggi..i tre giorni in Salento di giugno scorso, la nostra prima volta a Valencia, libri letti che parlano di felicità, e poi fiori. Quando Giuseppe è tornato a casa, si è guardato attorno, poi mi ha guardata e mi ha sorriso in un modo dolcissimo, mi ha abbracciata e mi ha sussurrato nell'orecchio : "mi sorprendi sempre, sei speciale, sei unica". E io mi sono sentita felice. Felice perché ha apprezzato quello che avevo fatto. E poi, insieme, abbiamo fatto altri spostamenti ancora. Il boccione recuperato lunedì, è entrato a tutti gli effetti a far parte della nostra casina. Ora, all'interno del suo pancione, ci sono tante lucine dorate. Lucine dorate che adoro ! Non siamo ancora certi di aver completato l'opera..saremmo tentati di piazzarlo su un bel piedistallo, così da dargli il giusto risalto. Ma si pensava ad un piedistallo un po' particolare. Giuseppe, nella sua testolina, ne ha già "immaginato" uno, e l'idea mi piace :) Bisognerà farlo realizzare dal nostro falegname di fiducia..colui che riesce a dare forma concreta alle nostre idee e ai nostri disegni, anche a quelli più folli ! :) Queste ore di luce in più, stanno facendo la mia felicità. Riesco a fare tante cose, e mi piace un sacco. Ho tempo per la corsa, e anche per preparare cenette sfiziose, come il nostro "apericena" di due sere fa e il panfocaccia alle patate di ieri sera ( Berry, grazie per essere stata la mia inconsapevole musa ispiratrice ! Ahahaha ). E sono tanto felice che il weekend sia alle porte. Ho voglia di una cena fuori, con pizza e birra..e poi, magari, un po' di sano shopping primaverile non ci starebbe affatto male. Una passeggiata sotto il sole per raccogliere fiori di campo. Cucinare qualcosa di sfizioso ma poco impegnativo..ma soprattutto, ho voglia di tempo per noi, per me e il mio amore :) Me lo voglio coccolare e viziare a più non posso...che poi, non è ben chiaro chi sia a viziare l'altro. Credo ci sia un ex-equo assoluto :) Insomma, sono F E L I C E ! E quasi quasi, stavo pensando di lanciarmi nella mischia del tag Instagram #100happydaysproject...anzi..lo faccio sicuramente ! 
Ma ora, passiamo a questioni di carattere culiario. Ecco, era da una vita che volevo provare questa benedetta panatura con i corn flakes, e finalmente ce l'ho fatta ! Ragazzi, ma che meraviglia è ? Io me ne sono innamorata. La panatura è di un croccante..ma di un croccante..poi le nocciole hanno completato l'opera. E che dire della carne ? Morbida e profumata, grazie alla marinatura a base di yogurt. L'insalata mista con fragole e kiwi, il dip alla paprika..insomma, un piatto perfetto, gustoso e completo. E a dirvela tutta, ho una gran voglia di replicarlo al più presto :)
Per oggi è tutto, passo e chiudo. Vi saluto, e vi auguro un bellissimo weekend! Ascoltiamoci Magic :)


Ingredienti per 2
400 gr di petto di pollo intero
170 gr di yogurt greco al 2% di grassi 
30 gr di nocciole
6 manciate di corn flakes
miele
paprika dolce
limone
sale
timo
maionese
Per l'insalata
misticanza
1 kiwi
2 fragole
sale
olio evo
glassa di aceto balsamico


Preparazione
Mettete lo yogurt in un'ampia ciotola e mescolatelo bene con 1 cucchiaino di paprika dolce, un pizzico di sale e 1 cucchiaio di miele, trasferitene la metà in una ciotolina più piccola, nella quale andrete ad aggiungere un altro po' di sale, il succo di una fetta di limone, un cucchiaino colmo di maionese e del timo. Mescolate bene e trasferite il dip in frigo fino al momento dell'utilizzo. Prendete il petto di pollo, tagliatelo in pezzi regolari, e trasferitelo nell'emulsione di yogurt rimasta nella ciotola più grande. Mescolate bene affinché lo yogurt aderisca perfettamente a ciascun pezzo di pollo, e lasciate riposare per circa un'ora e mezza. Mettete nel cutter le nocciole e sminuzzatele grossolanamente, fino ad ottenere una granella. Aggiungete i corn flakes e triturateli appena. Accendete il forno a 180°. Prendete il pollo e passate ciascun pezzo nel mix di panatura ( nocciole-corn flakes). Prendete una teglia ampia, rivestitela di carta forno, spennellatela con un po' di olio evo e adagiateci sopra il pollo panato. Completate con del sale, con un filo d'olio e cuocete per circa 30 minuti. Quando vedrete che il pollo ha preso colore e che la panatura è diventata croccante, girate ciascun pezzo e completate la cottura. 
Intanto che il pollo cuoce, disponete sul fondo dei piatti di cottura la misticanza, aggiungeteci il kiwi sbucciato e affettato, le fragole e condite con olio evo, sale ( mettetelo solo all'ultimo momento ) e glassa di balsamico. Aggiungete al centro del piatto il pollo croccante e servite con il dip a parte. Buon appetito !